Parco degli Acquedotti

Passeggiando verso il lato nord del parco, costeggiando Via Lemonia (direzione Quadraro), è possible ammirare i resti una delle più estese ville del suburbio
Accanto all’acquedotto Marcio, poco distante dalla Villa delle Vignacce è possibile vedere i resti del serbatoio a due piani  di forma trapezoidale caratterizzato da
Situato nel punto in cui via di Roma Vecchia gira in direzione di Via Tuscolana, era una casa cantoniera relativa all’antica linea ferroviaria voluta
Sono i resti di una torre probabilmente realizzata per il controllo della diramazione del Fosso dell’acqua Mariana, la sua costruzione è databile al XII
Nelle vicinanze del casale del “sellaretto” si conserva un sepolcro a camera, a pianta quadrangolare di cui resta il nucleo rotondo e calcestruzzo di
L’acquedotto Claudio (in latino Aqua Claudia), l’ottavo in ordine di costruzione, è stato uno dei più importanti della Roma antica, sia per le tecnologie d’avanguardia
L’ Anio Novus (“Aniene Nuovo”), come anche l’acquedotto Claudio, fu iniziato da Caligola nel 38 d.C e terminato da Claudio nel 52 d.C. L’acquedotto Anio Novus
Tra il 1585 e il 1587, dopo oltre tredici secoli e mezzo dalla realizzazione dell’ultimo acquedotto, venne edificato l’ Acquedotto Felice da Matteo Bortolani
L’Acqua Marcia (in latino Aqua Marcia) o Acquedotto Marcio è il terzo acquedotto di Roma antica, costruito nel 144 a.C. e lungo circa 90
Si tratta di un fosso artificiale costruito nel 1122 da Papa Callisto II per garantire l’adduzione di acqua alla città di Roma, in particolare